Molteplici uomini nell'industria dei giochi accusati di molestie e abusi sessuali

Molteplici uomini nell'industria dei giochi accusati di molestie e abusi sessuali

Un certo numero di donne ha avanzato una serie di accuse contro vari uomini nel settore dei giochi. È iniziato ieri con il post sul blog di Nathalie Lawhead intitolato "chiamando il mio stupratore", In cui ha accusato Jeremy Soule, un compositore di musica veterano (The Elder Scrolls, Guild Wars, Star Wars Knights of the Old Republic) di violentarla.

Nel suo post, Lawhead afferma che Soule ha approfittato della sua situazione precaria e isolata, entrando nei dettagli sulla pressione che ha esercitato sul suo lavoro a causa dell'elevato rispetto che ha tenuto sia nell'azienda che nell'industria.

"Ha fatto progressi su di me e ho spiegato che non volevo questo e volevo un'amicizia. Era molto minaccioso e non ha ascoltato. Ha chiarito che è" lui o il busto ". Mi ha violentato. Per tutto questo tempo in cui Jeremy si è comportato da vittima e ha incolpato le donne con cui (o le relazioni forzate) intrattenevano rapporti) per quello che stava facendo ".

Lawhead ha continuato affermando che, anni dopo, Soule ha usato la sua reputazione per cercare di fare pressione sui suoi nuovi datori di lavoro per trasferirla a Vancouver e vivere con lui.

Ore dopo Zoë Quinn – citando il post di Nathalie come motivazione – accusò Alec Holowka, uno sviluppatore indipendente, (Aquaria, Night in the Woods) di abusi. Quinn afferma che, dopo essere stata aggredita sessualmente da uno sviluppatore di giochi senza nome, Holowka l'ha invitata a vivere con lui a Winnipeg per due settimane, promettendo che avrebbe acquistato il suo biglietto di ritorno a casa, cosa che non ha mai fatto. Quinn sostiene inoltre che Holowka l'abusò, la controllò e la isolò, non permettendole di lasciare l'appartamento senza di lei. L'intero post è sotto.

Quinn è stato seguito da altri. Adelaide Gardner, D&D e creatore di contenuti di giochi di ruolo da tavolo, ha accusato Luc Shelton (Splash Damage) di aggressione e altre forme di abuso. Mina Vanir, (Giochi della Foresta Nera) ha accusato Vlad Micu (VGVisionary) come parte censurata in un post privato da ottobre 2018. Nel post, il commentatore censurato, presumibilmente Micu, ammette di aver premuto la sua erezione contro Vanir e di averla toccata ripetutamente nonostante fosse schiaffeggiato e ripetutamente detto di no. Entrambi i post sono disponibili di seguito

Al momento della scrittura, nessuno degli accusati ha risposto pubblicamente alle affermazioni.

L'industria dei giochi è rimasta in gran parte incontaminata dal movimento Hollywood MeToo, iniziato nell'ottobre 2017. Molte donne di spicco del settore affermano che ciò è dovuto alle posizioni di gestione sbilanciate e alle strette relazioni che gli aggressori hanno con altri uomini con cui lavorano.

Foto principale tramite Artistry Entertainment (CC BY SA 2.0)

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *