Arc System Works conferma Guilty Gear Strive per PS5 e PC

Arc System Works conferma Guilty Gear Strive per PS5 e PC

Alla ricerca della prossima generazione

A EVO 2019, Guilty Gear Strive è stato rivelato ufficialmente. All'epoca, la finestra di rilascio era stata fissata per il 2020, ma a causa della pandemia globale, il gioco è stato rinviato a una versione del 2021. Tuttavia, ciò non fermerà Arc System Works a lungo. Alla fine della scorsa settimana, hanno rilasciato un trailer di personaggi in twofer, oltre a confermare una versione di Steam e PS5. La serie Guilty Gear non è solo nota per il suo classico stile di gioco di combattimento in 2D, ma per le sue fantastiche colonne sonore power metal, che non deludono in questi trailer.

Guilty Gear Strive

Sono stati rivelati due personaggi: Leo Whitefang e Nagoriyuki. Leo Whitefang è stato presentato alla serie in Guilty Gear Xrd SIGN ed è uno dei tre re alleati di Illyria. Impugna due spadone a forma di croce. Come re, è in grado di ridefinire le parole come meglio crede. In effetti, sta scrivendo il suo dizionario, sul quale può essere visto mentre lavora nel trailer. Guilty Gear Strive sarà la quarta apparizione di Leo Whitefang nella serie. Alla fine del trailer di Leo, un conto alla rovescia fino al trailer successivo, che viene normalmente misurato in mesi, conta alla rovescia di secondi. Un nuovo personaggio Nagoriyuki si sta unendo al roster del gioco. Questo ragazzo ha tre cose fantastiche in una. È un samurai, ha un dolce elmetto tecnico ed è un vampiro. A volte possiamo vederlo mentre succhia sangue direttamente dai suoi avversari e brandisce anche una lama succhia-sangue. Questa è la sua prima apparizione nel franchise di Guilty Gear.

Man mano che i trailer dei personaggi si chiudono, l'elenco delle piattaforme supportate ha aggiunto il logo PS5 ed è confermato anche da Arc System Works che arriverà su Steam. Guilty Gear Strive uscirà nella primavera del 2021 per PS4, PS5 e PC.

Quale personaggio sei più eccitato di interpretare? Fateci sapere nei commenti qui sotto.

FONTE

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *