Blizzard stuzzica i cannibali di Diablo IV

Blizzard è entusiasta del Crossplay per Diablo IV

I cannibali masticheranno il campo di battaglia di Diablo IV

Blizzard e IGN hanno rivelato ufficialmente uno dei nuovi nemici che ingombreranno il campo di battaglia di Diablo IV: i Cannibali. Ogni famiglia di nemici ha la propria storia, abilità, combattimenti e regioni da cui provengono. Finora, Blizzard ha rivelato alcuni dei mob di nemici noti come famiglie come gli Annegati che sono un nemico nuovo di zecca e i Caduti, che tornano dai giochi precedenti. È previsto il rilascio di Diablo IV per Xbox One, PS4 e PC.

Diablo IV

Apparentemente, nessuno sa da dove venissero i Cannibali nella tradizione di Diablo IV, ma le leggende affermano che provengono da un'ex tribù di barbari. “I corpi sono pieni di segni di morso. Ossa scheggiate raschiarono il midollo. Le lingue segarono e gli occhi uscirono dai loro teschi. Queste sono le impronte digitali insanguinate che i Cannibali si lasciano alle spalle, se si lasciano alle spalle qualcosa ", recita un estratto ufficiale dei nemici. I nemici sono stati mostrati in una piccola clip che includeva una padella attorno a loro, mostrando i dettagli e le caratteristiche messi in loro.

“Nessuno è certo da dove vengano, ma alcune leggende affermano di essere un'ex tribù di barbari, bandita da Arreat anni fa. Non è noto se il loro cannibalismo abbia portato al loro esilio o si sia sviluppato in seguito alla disperazione ”, continua lo sballo ufficiale per i Cannibali. "Gli emarginati hanno portato la loro fame infinita nelle steppe secche, e da lì si sono diffuse negli angoli più remoti del mondo per depredare solitarie carovane e villaggi ignari". Apparentemente pochi sopravvivono ai loro incontri con i Cannibali ma sopravvivrai alla loro sete di carne?

Non vedi l'ora di uccidere i nuovi Cannibali o vedere come appare il classico Fallen in Diablo IV? Fateci sapere nei commenti qui sotto!

Fonte: gioco di fumetti

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *