Bunny Day sta arrivando in Animal Crossing: New Horizons

Animal Crossing Bunny Day promo art

Speriamo che le cose vadano meglio di quanto abbiano fatto l'anno scorso

È di nuovo quel periodo dell'anno. Animal Crossing: New Horizons sarà presto invasa da piccole uova dipinte felici, che i giocatori possono raccogliere per creare oggetti speciali a tempo limitato. Questo è stato il primo evento stagionale in assoluto lanciato lo scorso anno e ha dimostrato che Nintendo ha accidentalmente inserito troppe uova nel gioco ei giocatori si sono lamentati del fatto che sostituivano altri materiali, comprese le cose di cui avevamo bisogno per mantenere le nostre isole in forma. Alla fine è stata implementata una correzione l'11 aprile, ma poiché l'evento si è concluso il 12 aprile, questo era troppo poco, troppo tardi. Speriamo tutti che la celebrazione del Bunny Day di quest'anno si svolga senza intoppi.

Il trailer del Bunny Day dell'anno scorso è stato divertente, felice e quasi dolorosamente carino, quindi probabilmente non vediamo l'ora che succeda più o meno lo stesso quest'anno. Anche le tempistiche dovrebbero essere simili, il che significa che avremo circa 12 giorni per mettere tutte le nostre uova nello stesso paniere, letteralmente. I giocatori potranno scavare le uova con la pala, pescarle con la canna da pesca e presumibilmente buttarle giù dal cielo con la fionda. Nessun commento sul fatto che sarai o meno in grado di inseguire le uova rotolanti canaglia con la rete per farfalle.

Animal Crossing: nuovo Orizzonti"Il primo anno è stato pieno di eventi divertenti e contenuti aggiuntivi, quindi siamo più che felici di vedere uno dei loro primi tentativi di espandere l'isola rivisitato. Speriamo solo che vada meglio la seconda volta. E che Isabella e Tom Nook ci daranno un avvertimento in modo da poter accumulare tutte le risorse di cui abbiamo bisogno prima che le uova inizino a comparire.

Arte promozionale di Animal Crossing Bunny Day

Qual è il tuo preferito Attraversamento animali vacanza? Fateci sapere nei commenti o contattateci Twitter o Facebook.

FONTE