Call of Duty: Modern Warfare, Warzone aggiunge la schermata Black Lives Matter prima delle partite

Call of Duty: Modern Warfare, Warzone aggiunge la schermata Black Lives Matter prima delle partite

Call of Duty: Modern Warfare e Warzone ha aggiunto lo schermo Black Lives Matter per supportare le proteste negli Stati Uniti e in diverse aree del mondo.

Le proteste sono per il razzismo sistemico e la brutalità della polizia in seguito alla morte di George Floyd a Minneapolis la scorsa settimana e hanno risuonato in modo particolare sull'industria dei giochi poiché numerosi eventi, tra cui la rivelazione di giochi per PS5, sono stati ritardati per lasciare spazio a voci più importanti sentito.

Lo sviluppatore Infinity Ward ha aggiunto una schermata nera prima di ogni partita e un breve messaggio per mostrare il supporto alla causa Black Lives Matter.

Paladini

Il messaggio afferma che “la nostra comunità sta soffrendo. Le disuguaglianze sistemiche che la nostra comunità sperimenta sono ancora una volta al centro della scena ”.

Call of Duty e Infinity Ward rappresentano l'uguaglianza e l'inclusione ", ha aggiunto la nota. "Siamo contrari al razzismo e all'ingiustizia che subisce la nostra comunità nera".

Infinity Ward chiede anche un "cambiamento" e cerca di offrire alcune misure adeguate per aiutare la causa e sbarazzarsi del razzismo anche durante i suoi giochi.

Lo studio ha menzionato che sta implementando "risorse aggiuntive per monitorare e identificare i contenuti razzisti", "sistemi di reportistica in-game aggiuntivi per aumentare il numero di divieti all'ora" e "filtri e maggiori restrizioni sui cambi di nome" tra le altre misure.

"Stiamo emettendo migliaia di divieti quotidiani di nomi razzisti e orientati all'odio", afferma lo sviluppatore in particolare. "Ci scusiamo con i nostri giocatori", aggiunge, riconoscendo che deve "fare un lavoro migliore".

Il nuovo Call of Duty le stagioni, sia su cellulare che su console / PC, sono state ritardate a "Date successive" quello dovrebbe essere rivelato presto.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *