Dark Devotion (Switch) Review – Mettere in discussione il mio livello di devozione

Dark Devotion (Switch) Review - Mettere in discussione il mio livello di devozione

Dark Devotion (Switch) Recensione

Chi non ama un gioco duro? Quella sfida punitiva può davvero spingerti a superare, risultando in una vera soddisfazione quando vinci quella sfida che ti dava dolore. Era un gancio così popolare che ha generato un franchising di grande successo, insieme a una tonnellata di influenza su altri titoli che seguirono. Storie criptiche, boss terrificanti e un senso di isolamento sono tutte cose che hai già sperimentato prima e lo vivrai a un livello quasi eccessivo in Dark Devotion.

Questo tipo di giochi è appassionato di dare frammenti di conoscenza e di costruzione del mondo tramite mezzi criptici come la descrizione degli oggetti, le interazioni degli NPC e persino la sensazione generale del mondo stesso. Dark Devotion fa sicuramente un buon lavoro e creare un'atmosfera di presagio è qualcosa in cui eccelle. Dark Devotion fa anche un ottimo lavoro dal punto di vista estetico. Con una pixel art ben fatta e alcuni mostri piuttosto terrificanti, Il tempio è sicuramente uno dei luoghi più inquietanti da esplorare che mi sono imbattuto. Non vedrai molte variazioni oltre i freddi muri di pietra, ma vedrai ancora una vasta gamma di nemici e boss, insieme a una serie di NPC progettati in modo creativo che ti aiuteranno nella tua ricerca.

Questo è migliorato solo quando entri nel Tempio, la prigione in cui ti trovi per sradicare qualunque male si annida dentro. La tua visione è limitata, quindi è richiesto un gameplay lento e deliberato e la fretta ti farà solo uccidere. Intendiamoci, anche un gioco attento non è abbastanza, dato che questo è un dado piuttosto difficile da decifrare. Morirai di frequente, che si tratti di punte appuntite, pendoli a lama gigante o persino quell'uomo arrabbiato, con un braccio solo, che sta cercando di ucciderti a morte. Ci sono tutti i tipi di pericolo in questo gioco ed ero decisamente interessato a vedere cos'altro dovevo affrontare mentre mi collegavo. Dirò però che, per la quantità di esplorazione chiaramente richiesta, non si può sottolineare abbastanza che una buona mappa è importante. Vuoi sapere dove ti trovi in ​​ogni momento, giusto?

Qualcuno ha una luce?

Dirò subito che il sistema di mappe in Dark Devotion è scadente. Piuttosto che seguire il provato e vero stile metroidvania in cui puoi vedere chiaramente dove si trovano le uscite e i punti di interesse, Dark Devotion invece li ha generalmente collegati tra loro. Potresti sostenere che questo è pensato per aiutarti a spingerti ad esplorare, ma rende le cose più oscure se non altro. Dato il modo in cui è organizzato il sotterraneo, preferirei che attraversarlo non sia reso più difficile con i pochi mezzi che ho, e la mappa richiede assolutamente un po 'di lavoro in questo senso. Il layout scadente non è l'unico problema che dovrai affrontare, poiché le dimensioni del testo sono assolutamente brutali e ciò non è dovuto al fatto che è troppo scuro come il sotterraneo stesso. La dimensione del testo è probabilmente una delle più piccole che abbia mai visto sullo Switch e, anche in modalità Docked, mi sono trovato sinceramente frustrato da quanto fosse difficile capire cosa diceva ogni articolo, invece di provare a fare affidamento sulla legenda per ogni punto in cui mi trovavo. Gli sviluppatori hanno confermato che stanno pianificando miglioramenti dell'interfaccia utente, quindi si spera che in futuro non dovrebbe essere un grosso problema quanto la navigazione nel dungeon a volte può essere una vera seccatura.

Anche i controlli dovranno sicuramente abituarsi. I tiri possono essere fatti usando i pulsanti della spalla, ognuno dei quali ti porta a cadere nella sua rispettiva direzione. I trigger sono per le tue due mani e i tuoi materiali di consumo saranno gestiti dal pad direzionale. È tutto piuttosto bello, ma ha anche delle scelte confuse. La presenza di un menu che ti consente di visualizzare informazioni dettagliate è lì, ma sei invece costretto a fare clic sulla levetta destra e navigare in queste cose (o provare con il testo minuscolo) tutto mentre schivi i tuoi sforzi migliori dei nemici per portare fuori gli interni. Il fatto che in realtà non metta in pausa il gioco non mi disturba davvero, ma facendo clic sulla levetta per navigare nella quantità vertiginosa di oggetti e armi che incontrerai è invecchiato velocemente. Controlli e UI a parte, tuttavia, c'erano ancora cose che mi piacevano in Dark Devotion. Per fortuna il gameplay è privo di colpa in questo caso, con un combattimento generalmente soddisfacente, anche se un po 'semplice.

devozione oscura

Dark Devotion fa un ottimo lavoro nel inchiodare quell'approccio metodico al combattimento che le sue ispirazioni hanno messo a punto così finemente. Ogni swing della tua arma è legato a una barra di resistenza, con oggetti che ne consumano varie quantità a seconda del loro tipo. Troverai tutte le maniere di armamento, sia in mischia che a distanza, e ognuna di esse gioca in modo univoco abbastanza che vale la pena provarle per vedere dove stanno i benefici. Il combattimento a distanza mi aiuta a ottenere alcuni colpi a distanza, permettendomi di mettere una gamba su quei cultisti squilibrati. All'inizio ero particolarmente affezionato a un paio di artigli che mi sono strappato da uno dei nemici borderline in stile BDSM in cui mi sono imbattuto. Erano veloci, permettendomi di sgattaiolare qualche colpo prima di dover rotolare via. Tuttavia, un brutto tiro più tardi e sono tornato a Filthblood Shelther, l'hub principale del gioco e i miei artigli sgargianti mancano dal mio inventario.

Questo è un altro aspetto di cui ero frustrato. A poco a poco, avrai i mezzi per visitare il fabbro e aiutarti a personalizzare il tuo carico, ma i miglioramenti e le modifiche effettivi sembravano essere arrivati ​​così di rado che ogni volta che dovevo approfondire ero solo infastidito che almeno non scegliere qualcosa di nuovo. La piccola e arrugginita spada arrugginita (e talvolta i miei pugni nudi) andava abbastanza bene, ma volevo usare quelle armi fantastiche. C'è un sacco di roba da equipaggiare e mentre il combattimento è fantastico, ci è voluto un po 'prima che flettesse davvero i muscoli. La dura penalità è leggermente compensata dalla presenza di buff che puoi ricevere se non stai facendo molti progressi, ma voglio di nuovo quei fantastici artigli, dannazione!

Il combattimento corpo a corpo e a distanza è ulteriormente aumentato da Faith, la valuta quasi onnipotente del gioco. Puoi usare la fede per pregare nelle statue per svelare segreti, purificarti dalle malattie o persino ricevere benedizioni. La fede viene ripristinata anche da te che svolgi i tuoi doveri da Templare (templare?), Principalmente scacciando i vari inquietanti gattoni del tempio. Ci sono molti progressi da fare in questo gioco, sarà solo una vera lotta per iniziare a vedere i benefici. Non commettere errori, mi diverto una sfida dura quanto la prossima persona, ma sinceramente mi sento come se Dark Devotion scendesse un po 'troppo spesso lungo la difficoltà attraverso la via dell'oscurità. Una mappa inutilizzabile al limite e un combattimento generalmente difficile combinato con trappole che ti uccidono immediatamente potrebbero sicuramente spegnere le persone, ma coloro che scelgono di perseverare probabilmente apprezzeranno questo gioco abbastanza da vederlo fino al suo finale ottuso e confuso.

*** Codice Nintendo Switch fornito dall'editore per la revisione ***

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *