Distruggi tutti gli umani recensione – E.T. Per favore, vai a casa

Distruggi tutti gli umani recensione - E.T. Per favore, vai a casa

Penso che questo richieda la sonda Jumbo

Ricordo con affetto i giorni delle visite infantili al negozio di video e se chiudo gli occhi e penso abbastanza intensamente, giuro che è come se fossi lì. I popcorn butirrosi si diffondono nell'aria e le caramelle adorna il bancone anteriore. Lo stesso film che è stato trasmesso in ripetizione per tutta la settimana ottiene nuovamente i suoi crediti. Un cliente si lamenta che la sua copia di Juwanna Mann è graffiata e il lettore DVD non legge il disco. E ci sono io: scruto gli scaffali e cerco disperatamente di decidere cosa mi farà divertire per il fine settimana.

È in questo ricordo – in quest'aura di un tempo che ho amato, eppure è passato da tempo – dove ho lasciato Distruggi tutti gli umani. Ed è probabilmente per questo che ero così entusiasta di avere la possibilità di rivedere l'aggiornamento di Black Forest Games all'originale avventura del 2005 di Crypto. Dopo quindici anni di progressi nel settore, questo remaster avrebbe sicuramente incapsulato tutti i miei ricordi caldi e nostalgici in un nuovo brillante pacchetto adatto per l'anno 2020, giusto?

Sbagliato. Distruggi la risurrezione di Tutti gli Umani è un duro promemoria che, a volte, il passato può tornare e morderti nel culo.

La narrativa in stile B-Movie era solita raccontare la storia di Crypto, Pox e la loro invasione aliena, purtroppo, rimane efficace, come ha fatto tutti quegli anni fa. I modelli dei personaggi sono orribili, tuttavia, sembrano essere stati estratti dalle profondità più oscure di un'era console che è morta tre generazioni fa. Ognuno ha una presenza rigida, simile a un manichino, che finisce per essere più distrazione di ogni altra cosa. Compensando questo, però, sono le performance dell'attore. Mentre la sceneggiatura sicuramente non vincerà alcun premio, la scrittura comicamente violenta spesso offre abbastanza risate per mantenere almeno l'interesse. Il pessimismo gioioso di Crypto è ancora al centro e al centro, e rimane uno dei personaggi più singolari e affascinanti di cui tu possa mai fare i panni. E ci sono alcuni colpi di scena che mi sono davvero divertito a riscoprire. Il dialogo viene trasmesso con una cadenza esagerata dalla quale qualsiasi fan del cinema classico potrà dare una scossa, colpendo di routine il delicato equilibrio di diventare così cattivo che va bene.

Little Grey Revenge

Ma come dirà qualsiasi grande trapezista, anche ciò che riteniamo essere il più stabile può cadere. E questo riassume perfettamente il resto di Destroy All Humans. Ciò che inizia come il potenziale di grandezza si trasforma in un atto da baraccone fallito una volta che sei sotto il cofano e inizi a controllare Crypto. Vedi, Distruggi tutti gli esseri umani non gioca mai come se fosse un gioco creato nel 2020. Tra i vari problemi, alla base di tutto c'è che il gioco sembra ancora che tu sia su una PlayStation 2. I problemi di frammentazione portano la loro brutta testa ogni volta che le cose inizia a diventare caotico. Limitazioni bizzarre e invisibili si frappongono, come la necessità di stare in un punto specifico e non segnato per interagire con gli obiettivi. Gli orribili problemi del pop-in affliggono non solo il gameplay ma anche i filmati. E posso mettere da parte questo genere di cose fintanto che il loop rimane soddisfacente. Ma più deludente di qualsiasi limitazione tecnica, Distruggi tutti gli umani non è divertente come me lo ricordo.

Molte delle ragioni per cui i Giochi della Foresta Nera hanno perso il segno qui è che la struttura della missione potrebbe essere stata impegnata quindici anni fa, ma lotta duramente nei tempi moderni. Ci sono solo tanti casi in cui puoi mascherarti da civile o scansionare un intero gruppo di persone prima che invecchi. E la maggior parte degli obiettivi ruota attorno ad alcuni di questi principi di base. Vai qui, scansiona questa persona, distruggi quella cosa, scappa. È carino per le prime due ore, specialmente quando inizi a prestare attenzione alle reazioni e ai dialoghi dei cittadini che stai tormentando. Ma una volta scaduto il periodo della luna di miele, sei lasciato a vagare pigramente attraverso una missione ripetitiva dopo una missione ripetitiva. La rigiocabilità è incoraggiata da eventi opzionali come razze, rapimenti o furie, ma nulla è mai sembrato abbastanza utile per tornare indietro.

Non dovrei dire che interpretare Destroy All Humans è stato del tutto negativo. È innegabile che ci sono alcune stranezze di combattimento che sono rimaste divertenti durante la sua campagna. Il funzionamento del tuo piattino risulta essere una noia assoluta, poiché ti verrà sempre e solo il compito di far esplodere le cose. Ma gli effetti dell'esplosione sono brillanti e almeno hanno fatto abbastanza per tenermi impegnato nei momenti più noiosi. Sul terreno, concatenare un arco elettrico usando tre o quattro nemici e assistere a risultati scioccanti è incredibilmente divertente. Colpire qualcuno con la sonda anale e vederli correre via serrando e nel panico completo non è mai invecchiato. E vedere un gruppo di agenti trasformarsi in scheletri prima che si sbriciolassero lentamente in cenere era sempre appagante. Per la maggior parte, l'audio è fantastico, dando una mano enorme all'ilarità di queste situazioni. Ma questi momenti sono solo una piccola parte di un puzzle in cui mancano diversi pezzi, e non posso fare a meno di immaginare che se questo tipo di amore avesse permeato tutti gli aspetti del gioco, Distruggi tutti gli umani avrebbe potuto valere la pena.

Posso ancora chiudere gli occhi e trasportarmi nella mia infanzia. I luoghi, gli odori, Juwanna Mann, è tutto lì – Ma non è più Distruggi tutti gli umani. È sempre stato così male? O l'originale era semplicemente un prodotto del suo tempo, senza attività nel 2020? Ad ogni modo, questo remaster è stato il tipo di delusione che mi ha fatto riconsiderare se qualcosa della mia infanzia fosse buono come ricordo. Modelli di personaggi atroci, missioni eccessivamente ripetitive, cadute di framerate, problemi pop-in e un senso prepotente di monotonia e noia hanno imprecato il mio tempo con Destroy All Humans. L'hai fatto, Crypto. Hai distrutto questo umano.

Il bene

  • B-Movie Narrative Style
  • Le stranezze di combattimento sono soddisfacenti
  • Bei effetti di esplosione

55

Il cattivo

  • Non si sente esattamente rimasterizzato
  • Generalmente un monotono noioso e noioso
  • Ripetitivo
  • bugs

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *