E3 2020 Spostamento "a tutta velocità" tra Coronavirus

E3 2020 Spostamento "a tutta velocità" tra Coronavirus

In pista per uno spettacolo emozionante

Mentre il Coronavirus continua a diffondersi, l'elenco delle principali aziende che annunciano il loro ritiro dagli eventi di gioco in tutto il mondo è stato sconcertante. Non sorprende quindi che siano state espresse molte preoccupazioni sullo stato del prossimo E3 2020 previsto per il 9 giugno. Per fortuna, siamo stati recentemente aggiornati sullo stato dell'evento e ha un bell'aspetto.

Funzione logo E3

Con la Game Developers Conference appena annullata (potenzialmente rimandata), Patrick Klepek di Vice Games è stato in grado di entrare contatto con Entertainment Software Association (ESA), che è responsabile dell'organizzazione di E3. I rappresentanti hanno detto questo quando gli è stato chiesto dello stato del prossimo evento:

“Tutti osservano attentamente la situazione. Continueremo a essere vigili, poiché la nostra prima priorità è la salute, il benessere e la sicurezza di tutti i nostri espositori e partecipanti. Dato ciò che sappiamo in questo momento, stiamo procedendo a pieno ritmo con la pianificazione dell'E3 2020. Le vendite di mostre e registrazioni sono sulla buona strada per uno spettacolo emozionante a giugno. "

Tieni presente che con la rapida diffusione di una malattia come il Coronavirus, le cose possono cambiare letteralmente in qualsiasi momento. Se hai intenzione di partecipare all'E3 a giugno, assicurati di prepararti alla possibilità di una cancellazione.

e3 2017

Klepek ha anche commentato la recente notizia della cancellazione di GDC, scrivendo cinguettio:

"Per dare un'idea di quanto stranamente iniziasse a giocare in diverse società di giochi, ecco come uno studio di alto profilo stava considerando di avvicinarsi a GDC fino a ieri: uno sviluppatore di alto profilo, che ha chiesto di rimanere anonimo perché non lo era autorizzato a parlare sull'argomento, ha dichiarato a VICE Games che il suo datore di lavoro si stava offrendo di coprire i costi di chiunque frequentasse GDC di tasca propria. Lo stesso sviluppatore stava già sostenendo i costi per inviare alcuni dipendenti a tenere conferenze e ha deciso di lasciare alle persone la scelta di partecipare. Se sono andati al GDC, tuttavia, c'era la possibilità che potessero essere tenuti a lavorare da casa per un certo periodo, piuttosto che tornare immediatamente in ufficio. "

Stai pensando di partecipare all'E3 a giugno? Facci sapere nella sezione commenti qui sotto.

FONTE, FONTE 2

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *