Il governo cinese si sta impegnando a fondo nel gioco online

Il governo cinese si sta impegnando a fondo nel gioco online

Giocare ai videogiochi in uno stato autoritario non è facile

Non è un segreto che la Cina sia un posto difficile in cui vivere. La nazione ha visto un'enorme crescita economica negli ultimi decenni, tuttavia è rimasta molto indietro in termini di diritti umani e libertà personali. I punteggi draconiani del credito sociale e il fiasco di Hong Kong sono stati notizie in prima pagina in tutto il mondo. Mentre questi problemi sono orribili di per sé, il governo cinese ha recentemente deciso di reprimere i videogiochi e applicare norme molto rigide e rigorose per coloro che giocano ai giochi online.

I bambini cinesi saranno ora costretti a rispettare un coprifuoco. Nessun videogioco dalle 22:00 alle 8:00 per chiunque abbia meno di 18 anni. Sono previsti anche limiti di tempo. I giocatori di età inferiore ai 18 anni potranno giocare fino a 90 ore online a settimana. Anche i limiti di spesa verranno applicati. Ai giovani di età compresa tra 16 e 18 anni è consentito spendere fino a $ 57 (USD) al mese. Considerando che a chiunque abbia meno di 16 anni saranno ammessi solo $ 29 (USD).

Internet è sempre stata una spina nel fianco del governo in Cina. Il potenziale per "forze corruttive" di raggiungere i suoi cittadini non si è mai trovato bene con il partito comunista. Il governo ha affermato che queste nuove leggi sono state messe in atto per proteggere meglio i bambini dalla dipendenza dai videogiochi. Tuttavia, molti sono dubbiosi e sospettosi dei veri motivi del governo.

Il Partito Comunista Cinese si aspetterà ora che anche le società di gioco seguano meglio le abitudini dei loro clienti. È stato anche suggerito che se le aziende falliscono o rifiutano di conformarsi a queste nuove leggi, potrebbero ottenere quelle licenze commerciali.

Queste leggi sono solo una delle tante che limitano le libertà dei cittadini cinesi.

Fonte.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *