Il Team Death Stranding è stato quasi interamente composto da ex membri dello staff Konami

Il Team Death Stranding è stato quasi interamente composto da ex membri dello staff Konami

Come ricorderete, Hideo Kojima ha lasciato l'originale Kojima Productions e Konami nel 2015 e ha avuto dei momenti davvero difficili, visto che gli piace ricordarlo di tanto in tanto su Twitter, da allora. Tuttavia, vale la pena notare che molte persone lo hanno seguito nella sua nuova avventura.

Come condiviso da VGC, Death Stranding i crediti sono davvero pieni di nomi di persone che hanno lavorato in Konami in passato o fino a Metal Gear Solid V: The Phantom Pain, che hanno chiaramente deciso di intraprendere questa nuova avventura guidata dal loro mentore o amico Kojima.

La nuova Kojima Productions aveva 117 core sviluppatori impegnati in Death Stranding, e abbastanza divertente 65 di loro hanno lavorato nella squadra precedente e 60 di loro hanno lavorato su Metal Gear Solid V: The Phantom Pain. Fondamentalmente, tutti i progetti e le opere d'arte di KJP sono di Konami, persino il presidente Shinji Hirano.

Ai giorni nostri, un core team di circa 250 persone ha lavorato Metal Gear V: The Phantom Pain, quindi questo significa che la maggior parte di quel personale è stata trasferita da quei giorni o ha deciso di passare al nuovo lavoro sotto l'etichetta di Hideo Kojima.

Finora il nuovo studio è stato finanziato dalla Sony Interactive Entertainment, anche se non è chiaro come saranno coinvolti nel rilascio della versione per PC, che sarà pubblicata da 505 Games. È interessante notare che molti membri dello staff di Guerrilla Games, Bend Studio e Insomniac Games, altri team proprietari di Sony, sono stati accreditati nel gioco.

Orizzontel 'art director (Jan-Bart Van Beek), il lead artist ambientale (Kim Van Heest), il direttore artistico tecnico (Maarten van der Gaag), il senior quest designer James Kneuper, complessivamente oltre 40 programmatori tra cui il programmatore di giochi principali (Tommy De Roos ), il programmatore capo (Frank Compagner) e il direttore tecnico (Michiel van der Leeuw) hanno lavorato anche a Death Stranding.

Molti di questi crediti potrebbero essere dovuti all'uso del Decima Engine di Guerrilla sul gioco, e non al lavoro diretto che quei bravi uomini e donne avevano sul prodotto finale. Ad ogni modo, è stato davvero uno sforzo di squadra in Sony, e sarà interessante vedere come ciò influirà sugli sforzi futuri di Kojima Productions.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *