La versione finale di The Last of Us Part II è persino migliorata rispetto alle build precedenti

Qual è la data di uscita per The Last of Us Part II?

The Last of Us Part II è persino migliorato rispetto alle build precedenti, secondo un'analisi tecnica del canale YouTube NXGamer.

Il video, che puoi vedere di seguito, prende in considerazione la versione multipla dell'esclusivo rilascio di PS4 in poco più di due settimane.

Prima di iniziare con ulteriori informazioni dal video, vale la pena notare che tutto il gioco è in esecuzione su PS4 Pro, non la versione base della console. Detto questo, sta arrivando alla stessa dimensione del file su entrambi i sistemi.

Alcune delle aree in cui il gioco è migliorato sono le luci, in quanto sono più calde e offrono una migliore visione dei dettagli durante l'ultima build mostrata durante lo stato di avanzamento della scorsa settimana.

In particolare, rispetto al trailer della Paris Games Week 2017, sono stati modificati diversi aspetti, come i muscoli delle braccia dei personaggi che sono ora più definiti e mostrano realisticamente la lotta di quel personaggio nel tentativo di liberarsi dai nemici che l'hanno appena catturata.

In un momento in cui i giocatori sono stati abituati al downgrade, The Last of Us Part II si dice anche che abbia mantenuto tutti gli elementi che avevano impressionato nell'E3 2018 quando si trattava di combattere.

Non solo le animazioni di base come Ellie si muovono rapidamente nell'ambiente ed evitano i colpi di coltello, ma anche piccoli dettagli come i nemici che muovono gli occhi per rintracciarla sono ancora inclusi nel gioco.

Un altro dettaglio nel sistema di combattimento che è stato notato durante l'analisi NXGamer è che le frecce si attaccano realisticamente alla parte del corpo in cui colpisci il nemico – nella demo dello stato di gioco, la sua testa – e puoi vedere quella freccia rimanere lì tutto il tempo fino a quando non vai a prenderlo.

Un'area in cui si stanno discutendo i cambiamenti applicati da Naughty Dog è l'animazione richiesta da Ellie che ottiene elementi dall'ambiente con le sue mani.

La demo dell'E3 2018 l'ha mostrata realisticamente afferrare una bottiglia, in particolare, mentre ora sembra che lo sviluppatore abbia optato per un sistema più veloce in cui muove la mano sull'oggetto e scompare all'istante proprio come nel gioco originale.

Non sembra un downgrade adeguato, ma sta succedendo qualcosa per servire meglio il gameplay, anche se rimane da vedere nel titolo finale se e come ciò accada tutto il tempo. Con le recensioni in arrivo una settimana prima del lancio, sarà interessante vedere come ciò influisce sull'esperienza finale.

The Last of Us Part II uscirà il 19 giugno per PlayStation 4.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *