Melody of Memory è un riassunto dell'intera saga

Melody of Memory è un riassunto dell'intera saga

Un musical che salta sul punto

Kingdom Hearts è un franchise popolare, ma ha rapidamente guadagnato una reputazione per due cose che nessun fan Disney avrebbe mai pensato avrebbero influenzato il marchio. Prima di tutto, i giochi potevano essere sorprendentemente difficili a volte (boss bonus a parte, non posso essere l'unico che ha passato settimane a cercare di sconfiggere Riku posseduto nel primo gioco) e la trama era … beh, incomprensibile. Non è che la storia non sia bella, è solo che nessuno ha mai pensato a una serie di giochi in cui Paperino è uno dei personaggi principali a richiedere un master in fisica quantistica per avere un senso.

Aggiungete a ciò il fatto che ogni nuovo gioco introduce aspetti e ritmi della storia che diventeranno vitali nei giochi in arrivo, e il fatto che i giochi sono stati lanciati come esclusive a tempo per PS2, PS4, DS, 3DS e persino Mobile, e un problema rapidamente diventa evidente. Sebbene Kingdom Hearts 3 abbia provato, con alterne fortune, a legare insieme tutti questi beat, e la maggior parte dei giochi sia stata ripubblicata in qualche forma su PS4 e Xbox One, i giochi soffrono ancora di blocco della continuità.

'

Melody of Memory spera di alleviarlo. Come tutti i giochi secondari, questo includerà alcuni nuovi contenuti e porterà avanti la storia (con un focus sull'eroina della serie, Kairi) ma la storia stessa la vede guidare il giocatore attraverso la serie fino ad ora, prendendo spunti da Theatrhythm FInal Fantasy come il giocatore si fa strada attraverso quasi cinquanta fasi di azione ritmica.

In termini di legare la storia fino ad ora prima di passare alla saga successiva, è sicuramente un modo elegante per farlo, e affronta anche il fatto che il gioco sarà il primo della serie Kingdom Hearts disponibile su Nintendo Switch, aprendo il serie fino a un pubblico completamente nuovo.

Qual è la tua canzone preferita del tema di Kingdom Hearts? Opinione impopolare: il mio è Face my Fears. Sentiti libero di dirmi quanto mi sbaglio nei commenti, o @me su Facebook o Twitter.

FONTE

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *