PUBG Mobile è stato bandito in India insieme ad altre 117 app cinesi

PUBG Mobile è stato bandito in India insieme ad altre 117 app cinesi

Tra le crescenti tensioni con la Cina, il governo indiano ha nuovamente vietato 118 app cinesi in totale. Questa volta nell'elenco è incluso anche il gioco PUBG Mobile più popolare e rivoluzionario dell'India con oltre 33 milioni di utenti attivi.

Secondo il Ministero dell'elettronica e della tecnologia dell'informazione, il gioco mobile è stato vietato ai sensi della Sezione 69A dell'Information Technology Act perché sono coinvolti in attività che sono pregiudizievoli per la sovranità e l'integrità dell'India, la difesa dell'India, la sicurezza dello stato e ordine pubblico.

"Questa decisione è una mossa mirata per garantire sicurezza, protezione e sovranità del cyberspazio indiano", ha affermato il Ministero dell'elettronica e della tecnologia dell'informazione. Puoi dare un'occhiata all'elenco completo delle app vietate nei tweet qui sotto.

PUBG Mobile ha apportato modifiche alla sua politica sulla privacy per gli utenti indiani, ma hanno comunque dovuto affrontare il divieto. Il divieto di PUBG Mobile influenzerà gravemente la comunità di gioco indiana e la scena degli eSport ad essa collegata, inclusi i principali tornei come il PUBG Mobile Club Open Fall Spilled 2020. Ora la vera domanda è: "PUBG Mobile apporterà modifiche alle politiche sulla privacy? di nuovo e tornare? "

Prima di questo, il governo indiano aveva vietato i giochi Mobile Legends e Clash of Kings insieme ad altre 57 app cinesi.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *