Recensione VR Ping Pong Pro – Non prendere tutti i rimbalzi

Recensione VR Ping Pong Pro - Non prendere tutti i rimbalzi

Recensione VR Ping Pong Pro

Ping Pong è un gioco semplice. È stato uno dei primi giochi mai sviluppati come videogioco. Due pagaie e una pallina da ping pong. Questo è tutto. Ovviamente, Pong era una rappresentazione semplicistica del gioco con la sua rudimentale grafica monocromatica in cui due linee bianche che potevano muoversi solo verticalmente sullo schermo dovevano deviare un piccolo quadrato, una macchia bianca avanti e indietro. La meccanica era semplice perché la tecnologia era così limitata. Man mano che la tecnologia progrediva, consentendo una grafica e una fisica più dettagliate, i videogiochi per ping pong, tennis e golf si avvicinavano di più alle sfumature delle loro controparti nella vita reale, ma erano sempre limitati a due dimensioni. Ora con VR questi giochi sono ancora più vicini alla realtà.

VR Ping Pong Pro è molto vicino a catturare la sensazione di giocare per davvero meno la mancanza di feedback tattile. Quando questo diventerà un luogo comune, e dato il ritmo di sviluppo probabilmente entro 5 anni, il divario tra reale e VR sarà lieve. L'hardware del PC fornisce già feedback tattili e anche la prossima generazione di console promette tale hardware.

Per ora il prossimo passo nell'immersione è la realtà virtuale e la capacità di fornire esperienze su scala room per cui il ping pong è perfetto. Il campo da gioco è solo un tavolo con una rete infilata su di esso. Dal punto di vista dello sviluppo del gioco questo è un sogno. Consente maggiori dettagli nell'ambiente di gioco. In VR Ping Pong Pro puoi giocare in vari luoghi, da un parco cittadino a un garage e ad una sala giochi video in un giardino giapponese per citarne alcuni. Ogni locale è pieno di dettagli extra che danno vita all'ambiente.

Sfortunatamente quella sensazione di vita non si traduce nel gameplay reale. Ad essere onesti, la colpa non è interamente del gioco ma dell'hardware PSVR stesso. I controller delle bacchette non sono all'altezza del compito perché il loro tracciamento non può tenere il passo veloce di un gioco di ping pong. Ciò è davvero evidente quando si avvia un raduno e la palla va avanti e indietro più di sei volte circa. Quando ci si sposta avanti e indietro da una parte all'altra, il tracking lotta. Il tracciamento è anche un problema quando stai cercando di affinare i tiri per posizione e / o cambiando la velocità con cui colpisci la palla.

vr ping pong pro mid

Il livello di controllo desiderato non è disponibile su questa piattaforma, il che porta alla frustrazione mentre lavori per impostare i tiri attraverso i raduni solo per soffocare il tiro a causa di un tracciamento inadeguato. Sì, a volte viene fatto un brutto colpo, ma altre volte è l'hardware che ti delude. È doppiamente frustrante perché non sei mai sicuro se sei tu o il gioco a essere in colpa. La strategia migliore è giocare per brevi rally con uno o due ritorni. Non è l'ideale perché il ping pong è molto divertente quando puoi prendere un ritmo e correre per lunghi rally.

Un po 'ruvido intorno ai bordi

Un'altra cosa scoraggiante è che l'avversario è solo una pagaia. C'è una mancanza di immersione senza affrontare un giocatore, ma il vero lato negativo è la zona colpita della paletta dell'avversario. La zona colpita si estende anche al manico e questo mi ha infastidito a non finire. Nella vita reale una pallina da ping pong che rimbalza sulla paletta porta a risultati casuali. Chissà dove andrà la palla! Ma in questo gioco la palla reagisce esattamente come se fosse colpita con la parte corretta della paletta.

VR Ping Pong Pro include diverse modalità di gioco: giocatore singolo, multiplayer e modalità arcade. Le modalità Player sono disponibili nelle modalità singole e doppie. La modalità multigiocatore è stata una città fantasma nella mia esperienza, quindi non sono mai stato in grado di trovare una partita contro un altro giocatore. La modalità arcade offre alcune diversioni come una modalità muro, colpire il punto, colpire l'obiettivo e una piuttosto intelligente: tavolo rotto, dove i pezzi di tavolo scompaiono fino a quando non viene raggiunto un punto.

vr ping pong pro top

Sono cinque i livelli di difficoltà, ma le gradazioni tra ogni livello sono troppo lontane. Il primo livello offre poche sfide, il secondo livello è piuttosto competitivo fino a quando non si capiscono i suoi punti deboli, e da lì in poi diventa impossibile, soprattutto con i problemi di tracciamento. Il gioco fornisce anche le impostazioni per regolare l'inclinazione della paletta, l'altezza e la distanza del giocatore dal tavolo. Queste ultime due impostazioni sono fondamentali per darti la possibilità di giocare correttamente. Per farli bene ci sono voluti un po 'di modifiche e di giocherellare per me. C'è una piccola personalizzazione in cui puoi cambiare il colore della palla e cambiare anche il colore del viso / il design della tua paletta.

Mentre il gioco sembra abbastanza carino, non c'è molta profondità. La sensazione di giocare a ping pong è per lo più qui, ma con le carenze tecnologiche nel tracking che impediscono il controllo e la finezza necessari in un gioco frenetico, VR Ping Pro manca il segno.

*** Codice PSVR fornito dall'editore ***

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *