Secondo quanto riferito, il riavvio di Dino Crisis è stato lanciato dallo studio Dead Rising

Secondo quanto riferito, il riavvio di Dino Crisis è stato lanciato dallo studio Dead Rising

UN Dino Crisis Secondo quanto riferito, il riavvio è stato lanciato dallo studio Dead Rising Capcom Vancouver prima che fosse chiuso nel 2018, secondo il noto insider Liam Robertson.

Nel video qui sotto, Robertson afferma che lo sviluppatore canadese aveva lavorato su più tiri che alla fine non furono mai approvati da Capcom.

Quelle piazzole includevano anche a Dino Crisis gioco che è stato in lavorazione per alcuni mesi e che alla fine non ha convinto il quartier generale del Giappone a dare il via libera al progetto.

UN Dino Crisis il revival è stato a lungo richiesto dai fan, soprattutto dopo Resident Evil 2 e 3 rifare, ma questo non sembra essere nelle carte anche se Capcom ha detto che è disponibile per funzionare di nuovo su IP dormiente.

Prima di essere chiuso, lo studio ha offerto alcune interpretazioni interessanti su proprietà intellettuali già esistenti, come a Resident Evil X spin-off orientato all'azione, uno scorrimento laterale Mega Man gioco e persino un risveglio di Onimusha.

Mentre Cattivo ospite ha seguito la via dei remake e Mega Man è tornato di recente con un nuovo gioco, Onimusha ha ricevuto solo un remaster e questo chiarisce come l'etichetta stia ancora provando e scoprendo se c'è abbastanza richiesta per un altro capitolo.

Inoltre, Capcom Vancouver aveva delle proprietà intellettuali originali che presentava agli uffici giapponesi, ma che non furono mai approvate.

Questi presentavano uno sparatutto fantascientifico a ritmo lento incentrato sulla gestione delle risorse e sulla sopravvivenza, nome in codice "Brasile"E un film di fantascienza di successo"New Frontier“, Che aveva temi simili a Destino'S.

Infine, uno sparatutto paranormale ambientato negli anni '70 in America basato sul Fantasmi "n" Goblin la mitologia ha persino raggiunto uno stato di pre-produzione prima di essere demolita.

Tutto ciò, secondo quanto riferito, ha portato a un'interruzione della comunicazione tra le armi canadese e giapponese e ha causato uno dei motivi per cui lo studio è stato chiuso.

Quando Capcom Vancouver fu licenziato, avevamo appreso che aveva molti progetti in cantiere e ciò avrebbe confermato il rapporto di Robertson.

Da ciò che ha imparato, tuttavia, non è chiaro se tali progetti avrebbero incluso a Dead Rising 5, che abbiamo suggerito di essere in fase di sviluppo al momento della chiusura.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *