Sony multata per $ 2,4 milioni di dollari rispetto alle politiche di rimborso australiane

PlayStation Europe

Quando a Roma…

Oggi, il Commissione australiana per la concorrenza e i consumatori (ACCC) ha multato la Sony per $ 3,5 milioni di AUD (2,4 milioni di dollari) per la sua condotta scorretta nella gestione del negozio online PlayStation. Sembra che Sony non stia seguendo le leggi in vigore in Australia per proteggere i propri consumatori, ma invece seguendo le loro pratiche presenti in Nord America e in Europa. Pratiche come non essere in grado di rimborsare un gioco se è stato scaricato o essere rimborsate nel credito del negozio non rispettano le leggi dei consumatori australiane.

Sony dispone di 1280

Il presidente della ACCC Rod Sims ha rilasciato la seguente dichiarazione in merito alla questione: "I diritti di garanzia del consumatore non scadono dopo che un prodotto digitale è stato scaricato e certamente non scompaiono dopo 14 giorni o qualsiasi altra data arbitraria rivendicata da un negozio di giochi o da uno sviluppatore. I consumatori che acquistano prodotti digitali online hanno esattamente gli stessi diritti che avrebbero se acquistassero in un negozio fisico. I rimborsi nell'ambito delle garanzie del consumatore devono essere dati anche in contanti o trasferimento di denaro se il consumatore originariamente ha pagato in uno di questi modi, a meno che il consumatore non scelga di ricevere credito in negozio ”

Sembra che questa leggera negligenza pigra costerà alla Sony un po 'di soldi. Potresti essere sorpreso di sapere che questo non è il primo grande rivenditore di giochi ad essere stato catturato da questa legge, poiché Valve è stato multato per la stessa cosa nel 2014.

fonte: Gamespot

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *