USA Vs China Phone Wars Round 15

Phone Wars 15

L'infrastruttura di rete 5G del sud-est asiatico di Huawei è ora pronta per essere collegata, afferma la società cinese di telecomunicazioni gigante, scrollandosi di dosso tutti gli effetti negativi di le continue guerre telefoniche con gli Stati Uniti. I conflitti non si sono verificati solo nel cyberspazio per gli Stati Uniti, ma hanno impedito a tutti i produttori di tecnologia statunitensi di commerciare con Huawei e venderli qualsiasi hardware, ma li ha anche vietati di importare qualsiasi cosa negli Stati Uniti con l'avvertimento del presidente Donald Trump stesso che i dispositivi Huawei può essere usato per lo spionaggio.

Huawei

Eliminando tutti i divieti, nonostante sia stato tagliato fuori dal mercato USA e nonostante fosse accusato di potenziale spionaggio, Huawei ha implementato la propria infrastruttura di rete 5G in tutto il Sud-est asiatico, respingendo tutti i danni arrecati alla compagnia durante le Guerre telefoniche . Principalmente, le Filippine e la Tailandia saranno le prime a provare la rete e le nuove tecnologie.

Huawei ha smentito tutte le accuse mosse dagli Stati Uniti e dal suo presidente in merito alla tecnologia utilizzata dalla Cina per spiare i paesi. Il vicepresidente di Huawei, Edward Zhou, ha fatto una dichiarazione in merito agli Stati Uniti contro China Phone Wars domenica scorsa, durante l'Associazione del Sud-est asiatico, e ha dichiarato:

“La Cina e gli Stati Uniti ora sono in guerra commerciale e c'è anche una sorta di guerra tecnologica (su cui Huawei è attualmente molto focalizzata). Siamo qui per supportare l'ASEAN (in) lo sviluppo del 5G. Non ci sono problemi di sicurezza informatica per noi. Non ci sono prove per gli Stati Uniti che lo affermino ”- Edward Zhou.

ASEAN

Questa tecnologia di prossima generazione di livello successivo sarà utilizzata per aiutare l'economia, il commercio, l'istruzione e tutti gli altri settori nelle aree menzionate. Migliorerà il flusso di attività, trasporti e informazioni locali poiché Huawei avrebbe già investito oltre $ 5 miliardi nel testare la nuova rete e installarla. La Thailandia è stata tra le prime ad accoglierlo a braccia aperte e ha permesso a Huawei di aprire il proprio negozio di prova in una grande università vicino a Bangkok, la capitale del paese.

Questa notizia è considerata un duro colpo per gli Stati Uniti poiché la Thailandia e le Filippine erano storicamente alleate con gli Stati Uniti, ma hanno scelto di non partecipare al controllo e ai divieti imposti ai prodotti della società emessi dal presidente Trump. Il Vietnam, tuttavia, si è allontanato da Huawei e ha scelto di lanciare il carro accogliente per le reti tecnologiche 5G di Ericsson e Nokia.

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *